amabile

Lemma

amabile

Etichetta di dominio

EN

Etichetta grammaticale

aggettivo

Definizione

Aggettivo tecnico attribuito ad un vino in cui la sensazione di dolcezza e' avvertita molto chiaramente; normalmente caratterizza i vini con un contenuto di zuccheri residui compreso tra i 30 g/l ed i 50 g/l. Nella scala qualitativa in uso, rappresenta un livello di dolcezza compreso tra l'abboccato ed il dolce. (1)

Nota

- Il gusto dolce è determinato dagli zuccheri che si possono trovare nei vini. In base alla diversa percezione di dolcezza, un vino può essere definito:
Secco - Abboccato - Amabile - Dolce - Stucchevole. (2)

- La fermentazione alcolica trasforma gli zuccheri in alcol (in particolare glucosio e fruttosio) . Quindi a seconda della quantità di zuccheri trasformati il vino risulta più o meno dolce. Nel succo d’uva la quantità è compresa tra 150-250 g/kg. Il lemma amabile fa parte della scala di valori per la valutazione della dolcezza di un vino.

Valutazione della dolcezza

Secco

E’ un vino in cui non si percepisce nessuna percezione di dolcezza. Vini con un residuo zuccherino inferiore a 1-10 g/l.

Abboccato

E’ un vino in cui si percepisce una debolissima sensazione di dolcezza. Vini con un residuo zuccherino compreso tra 10-30 g/l.

Amabile

E’ un vino in cui la sensazione dolce è percepita chiaramente ma delicatamente. Vini con un residuo zuccherino compreso tra 30-50 g/l.

Dolce

E’ un vino in cui la sensazione dolce è spiccata. Vini con un residuo zuccherino compreso tra 50-100 g/l. Nei vini passiti e liquorosi fino a 100-180 g/l

Stucchevole

E’ un vino in cui la sensazione dolce è predominate non supportata dalle altre componenti dure (acidità e sapidità) e da una adeguata struttura. Situazione negativa: anomalia del vino. (3)

- La menzione secco, abboccato, amabile o dolce è facoltativa per tutti i tipi di vino, ma può essere resa obbligatoria dai disciplinari dei vini DOC, che sono i regolamenti di produzione e, in effetti, alcuni prevedono questo obbligo. Le norme europee e italiane si limitano a stabilire che, se l’imbottigliatore decide di dare questa sacrosanta informazione al consumatore, il vino dichiarato secco non deve avere più di 4 grammi per litro di zucchero, fino a 12 grammi se dichiarato abboccato, fino a 50 se amabile e oltre 44 se dolce. Ma l’informazione rimane facoltativa. (4)

Contesto

- “In un vino amabile, dolce e liquoroso, la sensazione di dolce sarà data dalla quantità di residuo zuccherino e non solo dall' alcol, ma soprattutto dal rapporto fra glucosio e fruttosio.” – (5)

Trascrizione fonetica

[amaˈbiːle] (6)

Sinonimi e Antonimi

Spesso il lemma amabile viene erroneamente utilizzato come sinonimo di abboccato.
Antonimo:Secco (7)

Abbreviazioni
ND
Etimologia

amàbile agg. [dal lat. amabĭlis, der. di amare «amare»]. (8)

Etichetta di paese
ND
Ente

Università degli Studi di Genova, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Corso di laurea in Traduttori ed Interpreti

Data della scheda
Thu Nov 1 13:23:49 2012
Autore

Elena Abergo

Fonti

Data di consultazione fonti: 23/10/2012
1 http://www.bortonevivai.it/news/vino.php?id=amabile

2 http://www.liviofelluga.it/esame_gust.html

3
http://www.vinoway.com/enciclopedia-del-vino/degustazione/esame-gusto-olfattivo/145-valutazione-della-dolcezza-del-vino.html

4 http://www.uniconsum.it/notizie-utili/2797.html?task=view

5 http://www.lacantinadelsommelier.com/esame_gustativo.asp

6 http://www.webalice.it/sandro.carnevali2011/fonetica/trascita.htm
trascrizione effettuata con il programma Fonetica 6.00 di Sandro Carnevali, scaricabile da questo sito.

7 http://www.wordreference.com/definizione/amabile

8 http://www.treccani.it/vocabolario/amabile/

Ritorna alla Barra di Navigazione